COREA DEL NORD. Impossibile contrabbandare maiali

116

Il prezzo della carne di maiale è aumentato in modo significativo in Corea del Nord e il prodotto sta lentamente scomparendo dalla tavola. Daily Nk fa esempio di quanto accade nella provincia di Ryanggang. Nella provincia di Sinpa, 1 kg di carne di maiale viene venduta a 17550 won. Si tratta di un prezzo che sta diventando insostenibile per la maggior parte delle persone.

Con questa quantità di denaro, è possibile acquistare più di 3 kg di riso, un kg di riso, infatti, costa circa 4700 won. I comuni nordcoreani hanno generalmente smesso di acquistare carne di maiale.
Il prezzo della carne di maiale è alto in questo periodo, ma l’anno scorso era di circa 11500 won al kg; confrontando i prezzi si nota un aumento di 6000 won in un anno.

Probabilmente una delle ragioni principali dell’aumento dei prezzi è la mancanza di allevamento degli animali. Dal marzo dello scorso anno, il contrabbando di maiali della Corea del Nord e carne di maiale in Cina è diventato molto comune, ma un insufficiente apporto ha spinto i prezzi di nuovo verso l’alto.

I commercianti hanno ora cercato di invertire la tendenza, movimentando carne di maiale cinese oltre il confine in Corea del Nord, ma l’aumentata sorveglianza nella zona di confine ha ostacolato i loro sforzi.

Oggi è quasi impossibile contrabbandare carne di maiale; i mercati vicino al confine cinese sono efficacemente paralizzati a causa della mancanza di commercio causato dal blocco al confine, afferma il giornale.

Il rallentamento dell’attività di mercato sta influenzando molti cittadini comuni, e il numero dei residenti che vogliono lavorare nel settore del bestiame è diminuito. Questi fattori suggeriscono l’improbabilità che i prezzi possano abbassarsi rapidamente e in breve tempo.
Inoltre, il settore sembra non tirare perché nessuno sembra disposto a investire nell’alimentazione del bestiame, tanto che c’è il rischio di un raddoppio dei prezzi della carne di maiale.

Maddalena Ingroia