COREA DEL NORD. Il paradosso delle sanzioni ONU

1535

Il commercio tra la Corea del Nord e La Cina è aumentato di oltre il 10 per cento tra gennaio e giugno di quest’anno, rispetto allo stesso periodo del 2016. 

La Cina ha affermato di imporre pienamente le sanzioni delle Nazioni Unite sulla Corea del Nord e ha sempre detto che non c’è nessuna violazione in quello che definisce il “normale” commercio con Pyongyang, riferendosi ai settori non coperti da sanzioni.

I dati doganali cinesi riportano che il totale degli scambi con la Corea del Nord è aumentato del 10,5 per cento arrivando a 2,55 miliardi di dollari nei primi sei mesi dell’anno, riporta Reuters.

Mentre le importazioni dalla Corea del Nord sono diminuite del 13,2% pari a 880 milioni di dollari nello stesso periodo, le esportazioni verso la Corea del Nord sono aumentate del 29,1% pari a 1,67 miliardi di dollari. Le esportazioni sono state guidate da prodotti tessili e da altri prodotti tradizionali non inclusi nell’elenco dei prodotti sotto embargo delle Nazioni Unite. La crescita complessiva del commercio con la Corea del Nord è rallentata nel mese di giugno, rispetto ai precedenti mesi del secondo trimestre. Il commercio in dollari con la Corea del Nord è aumentato di circa il 12 per cento in giugno rispetto al maggio precedente pari a 499 milioni di dollari. Nel mese di maggio, il commercio con la Corea del Nord era aumentato del 14,5 per cento rispetto ad aprile, pari a 443,5 milioni di dollari, come mostravano i dati doganali precedenti.

Queste cifre, per le dogane di Pechino, non proverebbero che la Cina non stia rispettando le risoluzioni Onu, mentre le importazioni dalla Corea del Nord stanno progressivamente calando ogni mese da marzo: la Cina ha sospeso le importazioni di carbone nordcoreano nel mese di febbraio, mentre le importazioni di minerale di ferro rispettano le relative risoluzioni Onu.

A tal proposito, il ministero degli Esteri cinese ha affermato che le risoluzioni Onu non riguardano ferro e minerale di ferro per scopi civili, avvertendo che c’è confusione sulle sanzioni Onu che vengono considerate come sanzioni globali sulla Corea del Nord.

Antonio Albanese