COREA DEL NORD. Cina e USA unite: Pyongyang non può essere potenza nucleare

389

Esperti cinesi e americani concordano, pur partendo da punti di vista diversi, nel dire che nessun attore globale accetterà mai una Corea del Nord potenza nucleare.  

Joel Skousen, dalle colonne del britannico Express, ha avvertito che Trump è ansioso di scatenare una guerra con la Corea del Nord: «La Cina e la Russia sanno che Donald Trump sta facendo sul serio e gli Stati Uniti stanno preparando i militari per un attacco preventivo contro la Corea del Nord. Stanno cercando di effettuare il blocco della Corea del Nord per indurla a colpire una delle navi militari presenti nell’area. Ciò giustificherebbe quindi l’attacco alla Corea del Nord».

Skousen ha detto che Trump ha deciso di intraprendere un’azione militare contro la Corea del Nord con «tre o quattro grandi attacchi preventivi» dopo le Olimpiadi Invernali del 2018, che si terranno in Corea del Sud dal 9 febbraio al 25 febbraio. «L’America e i suoi alleati adotteranno tutte le misure necessarie per ottenere una denuclearizzazione e garantire che questo regime non possa minacciare il mondo», ha detto Donald Trump.

Anche in Cina la riflessione sulla questione nordcoreana è fonte di grande dibattito: Yang Xiyu, responsabile per gli affari della penisola coreana presso il ministero degli Esteri cinese dal 2004 al 2005, coinvolto nei colloqui nucleari a sei, oggi in fase di stallo, attualmente un senior presso il China Institute of International Studies, think tank affiliato al ministero degli Affari esteri, ha detto al South China Morning Post che Pechino non avrebbe mai accettato la Corea del Nord come potenza nucleare e che il recente test di Pyongyang era stato umiliante per la Cina.

«I ripetuti test nucleari e missilistici di Pyongyang – con le ultime prove, apparentemente più recenti, che dimostrano la capacità della Corea del Nord di far arrivare una testata da guerra sulla terraferma degli Stati Uniti – hanno visto le tensioni aumentare in tutta la regione e in tutto il mondo.

La Cina ha approvato le sanzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite contro il paese, tra cui il blocco delle importazioni di carbone e il taglio delle esportazioni di energia e materie prime, cruciali per le ambizioni nucleari di Pyongyang. Un chiaro segno che la situazione stava peggiorando è venuto quando il Jilin Daily ha pubblicato un articolo a tutta pagina che diceva alla gente cosa fare in caso di un attacco nucleare.

Per l’esperto cinese, anche se Pechino deve essere preparata a diversi risultati, il suo approccio di “doppia sospensione”, che chiede agli Stati Uniti e alla Corea del Sud di sospendere le esercitazioni militari congiunte in cambio dello stop della Corea del Nord del suo programma di armamenti, era ancora la strada giusta da percorrere: «Se la comunità internazionale permette alla Corea del Nord di sviluppare armi nucleari, è un fallimento collettivo (…) Ancora più importante, è una minaccia enorme per la sicurezza nazionale della Cina. Pertanto, su questo tema, la Cina non ha spazio per un compromesso». Pechino non avrebbe mai accettato la Corea del Nord come potenza nucleare, ha detto.

Antonio Albanese