COREA DEL NORD. Bloccato il contrabbando dalla Cina

67

Le autorità nordcoreane hanno inviato funzionari del ministero della Sicurezza dello Stato ad accompagnare i camion che trasportano merci dalla fine dello scorso anno, al fine di bloccare l’afflusso di prodotti della Corea del Sud.

«Personale del ministero della Sicurezza di Stato sarebbe stato inviato a controllare i veicoli commerciali a partire dalla fine dello scorso anno. Il loro scopo è quello di bloccare il massiccio afflusso di prodotti della Corea del Sud attraverso i commercianti che fanno affari con la Cina», riporta Daily Nk citando fonti della regione di Pyongyan.

«I camionisti sono frustrati perché non sono più in grado di portare i prodotti della Corea del Sud a funzionari o conoscenti come gli è segretamente richiesto. Molti commercianti si lamentano che lo Stato inasprisce i controlli su pratiche banali ma non persegue azioni più gravi»

È una pratica non usuale perché gli agenti del Mss fanno altre cose come infiltrarsi nei gruppi di persone che stanno visitando i loro parenti in Cina per impedirgli di defezionare o controllare strettamente i quadri che si trovano in viaggio d’affari in paesi stranieri, ma non seguire i camionisti.

Inoltre, la sicurezza starebbe effettuando il monitoraggio e pattugliamento delle aree in cui si recano i nordcoreani frequentemente per lavoro appena oltre il confine, tra cui il Dandong, la provincia di Liaoning e Yanji, e la provincia di Jilin.

«I funzionari MSS generalmente considerano l’ispezione sui beni commerciali come banale, ma l’attuale spostamento è pronunciato, suggerendo la creazione di una linea rossa per i prodotti sudcoreani che vengono surrettiziamente dalla Cina», prosegue il giornale.

«Ora, dopo l’imbarco di questi veicoli, la perquisizione degli agenti Mss è molto minuziosa si va a vedere sotto il sedile del conducente e si ispezione la zona di carico con controlli supplementari. Infatti, già si sono già verificati casi in cui una grande quantità di prodotti della Corea del Sud sono stati trovati nascosti sotto il sedile del conducente».

Per il giornale, la repressione non continuerà a lungo perché i prodotti della Corea del Sud sono per lo più richiesti da alti funzionari che si trovano in difficoltà con gli attuali controlli intensificati.

Antonio Albanese