COREA DEL NORD. Ballerine nordcoreane alle Olimpiadi

191

Il ministero dell’Unificazione della Corea del Sud ha detto che la Corea del Nord vuole discutere una sua proposta per una performance artistica, prima di ulteriori dettagli della sua partecipazione alle Olimpiadi. Il ministero ha detto che Pyongyang voleva discutere della logistica dello spettacolo, come una questione di priorità prima di delineare tutti i piani per la partecipazione degli atleti e dei tifosi ai giochi nel mese di febbraio.

«Sembra che il Nord voglia discutere, in via prioritaria, varie questioni pratiche relative alla visita di un gruppo artistico» si legge in un comunicato del ministero, ripreso da Dw. «Il governo ha informato il Nord che la nostra delegazione arriverà a Panmunjom il 15 gennaio». Resta inteso che entrambe le parti invieranno quattro funzionari artistici ciascuno come delegati alle discussioni, che si terranno il 15 gennaio nel villaggio di Panmunjom. Tra quelli che dovrebbero partecipare provenienti dal Nord c’è Hyon Song-Wol, leader della popolare band Moranbong (nella foto). Moranbong è un gruppo approvato dallo stato, tutto al femminile che esegue inni pop-politici indossando tacchi alti e gonne strette. Secondo quanto riferito, il leader Kim Jong Un seleziona personalmente i membri.

Il Vice ministro dello Sport della Corea del Sud Roh Tae-Kang ha suggerito che i due paesi potrebbero organizzare una marcia congiunta alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi Invernali, che si svolgeranno nella contea di Pyeongchang della Corea del Sud. Ha detto che le due idee erano state discusse in colloqui ad alto livello nelle precedenti sessioni.

I colloqui tra le due Coree si svolgono, alternativamente, al Padiglione Tongil, sul lato nordcoreano della zona demilitarizzata di Panmunjom e alla Casa della Pace sul lato sud. La Corea del Nord e del Sud sono ancora tecnicamente in guerra, avendo firmato solo una tregua piuttosto che un vero e proprio trattato di pace alla fine della guerra di Corea del 1950-53.

Antonio Albanese