COREA DEL NORD. Aumenta l’import di petrolio dalla Russia a settembre

106

La Russia ha esportato 2136 tonnellate di petrolio raffinato in Corea del Nord a settembre 2019, secondo i dati delle Nazioni Unite usciti il 20 novembre.

I dati mostrano un risultato lievemente inferiore alle 2612 tonnellate spedite dalla Russia alla Corea del Nord nel mese precedente, secondo i rapporti mensili presentati al comitato dell’Onu che tratta le sanzioni sulla Corea del Nord, riporta Yonhap.

L’Onu ha iniziato a chiedere ai paesi membri di riferire in merito alla fornitura, alla vendita o al trasferimento di tutti i prodotti petroliferi raffinati in Corea del Nord nel 2017, secondo una risoluzione adottata in seguito al lancio di missili balistici a lungo raggio da parte dei Pyongyang.

La risoluzione 2397 ha fissato a 500.000 barili la quantità annuale di petrolio raffinato che può essere esportato in Corea del Nord, che equivale a circa 60.000 – 65.000 tonnellate.

Le importazioni nordcoreane di petrolio russo raffinato erano aumentate bruscamente ad agosto, dopo essere scese ai minimi annuali nel mese precedente, come dimostravano i dati forniti all’Onu da Mosca.

Secondo i dati della Russia, la Corea del Nord ha importato 2.611 tonnellate di prodotti raffinati dal suo vicino di casa ad agosto 2019, più del triplo delle ben più piccole importazioni di 800 tonnellate del mese precedente.

Il modello di esportazione della Russia finora quest’anno è simile al 2018, quando le spedizioni di petrolio erano precipitate nel mese di luglio, per poi ricominciare ad aumentare di nuovo il mese successivo, con picchi nel periodo invernale.

Il comitato delle Nazioni Unite per le sanzioni sulla Corea del Nord riferisce che la Russia aveva fornito 1.130 tonnellate e 850 tonnellate di petrolio raffinato alla Corea del Nord rispettivamente a giugno e luglio.

Queste spedizioni portavano il totale degli invii russi a 24.160 tonnellate di petrolio nei primi sette mesi di quest’anno. Nel frattempo, la Cina aveva spedito un totale di 5.730 tonnellate di petrolio alla Corea del Nord nei primi cinque mesi del 2019.

Le spedizioni combinate di petrolio raffinato verso il Nord dei due paesi erano pari a 29.890 tonnellate, cioè circa il 47% dei 500.000 barili all’anno imposti dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Antonio Albanese