COREA DEL NORD. Acqua dalla Croce Rossa per Pyongyang

45

La Croce Rossa internazionale ha deciso di dotare la Corea del Nord di pompe per l’acqua; si tratta di un’iniziativa tra le misure di emergenza per aiutare la nazione, oramai impoverita a far fronte alla crescente penuria alimentare causata in parte dalla siccità

Il “piano d’azione” d’emergenza per la Corea del Nord comprenderà la fornitura di 15 pompe mobili per l’acqua per migliorare l’irrigazione nell’ambito del fondo d’emergenza per i soccorsi in caso di calamità, secondo quanto reso noto dalla Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, Ifrc, riporta Yonhap. 

L’Ifrc ha stanziato 76.946 franchi svizzeri per il programma di aiuto. I fondi saranno spesi nel periodo di tre mesi per fornire le pompe e il carburante per farle funzionare ed educare gli agricoltori ad un uso corretto, ha cominciato l’Ifrc. 

Si prevede che la fornitura andrà a beneficio di circa 331.967 residenti, ovvero 5.831 famiglie, nelle contee della provincia orientale di South Hamgyong. L’Ifrc ha detto che la fornitura di pompe per l’acqua è essenziale, specialmente per la produzione di colture primaverili, perché una loro carenza priverebbe i nordcoreani delle forniture alimentari fino alla principale stagione del raccolto il prossimo settembre. 

Un recente rapporto congiunto del Programma Alimentare Mondiale e dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura ha rilevato che 10.1 milioni, o il 40 per cento, della popolazione nordcoreana ha urgente bisogno di assistenza alimentare. Ha detto che il Nord ha bisogno di almeno 1,36 milioni di tonnellate di grano in più per compensare la penuria alimentare di quest’anno. 

La Croce Rossa della Corea del Nord deve comunque fare una sua raccomandazione durante questa settimana all’Ifrc per un’ulteriore assistenza basata sulle proprie ricerche condotte. Il governo nordcoreano prevede di importare 200.000 tonnellate di cibo per far fronte alla penuria ed ha anche lavorato per raggiungere l’obiettivo di produrne 400.000 tonnellate per la primavera, ha detto la Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Antonio Albanese