Cooperazione nucleare Cina-Iran

40

di Lucia Giannini  IRAN – Teheran 10/10/2016. Iran e Cina hanno iniziato a collaborare per la produzione di acqua pesante ad Arak, Iran. Secondo quanto riportato dal vice ministro degli Esteri iraniano, Majid Takht-Ravanchi, ripreso dall’Iran nei giorni scorsi.
Secondo le condizioni Jcpoa, l’Iran ha accettato di ridisegnare il reattore Ir-40 con l’assistenza dei sei mediatori P5 + 1, al fine di ridurre al minimo il suo potenziale per la produzione di plutonio per uso militare.

Inoltre, l’Iran ha accettato di togliere il nocciolo del reattore e riempirlo con calcestruzzo per renderlo inutilizzabile, ed esportare tutto il combustibile esaurito un anno dopo la sua rimozione dal reattore.

L’Iran ha già venduto l’acqua pesante ad Arak negli ultimi anni a paesi stranieri, tra cui gli Stati Uniti.

Takht-Ravanchi ha detto che la cooperazione nel campo della tecnologia nucleare pacifica con alcuni paesi è già iniziata, compresa la cooperazione tra l’Iran e la Cina per Arak.