Cooperazione militare tra Londra e Riad

32

ARABIA SAUDITA – Riad 14/6/13. Il ministro della Difesa britannico Philip Hammond ha discusso del rafforzamento dei legami militare e di sicurezza con l’Arabia Saudita durante una sua recente visita nel Paese del Golfo.

Hammond ha incontrato il principe ereditario e ministro della Difesa, Salman bin Abdul Aziz, nella città di Gedda; i due hanno discusso dei modi per rafforzare la cooperazione e gli sviluppi regionali e internazionali, riporta l’agenzia statale saudita Spa. Al cewntro dei loro colloqui la Siria e i rapporti con l’Iran. Hammond poi ha incontrato il neo ministro della Guardia Nazionale, principe Mitab. La Guardia Nazionale saudita, circa 200mila, è formata da elementi provenienti dalle tribù da sempre sostenitrici della dinastia degli al Saud. Al suo interno è suddivisa in unità di fanteria, brigate meccanizzate, unità speciali e polizia militare. 

Opera in parallelo e come bilanciamento con le forze armate regolari, ed ha compiti di sicurezza interna, antiterrorismo e di protezione delle installazioni vitali del Paese. 

Non sono stati forniti ulteriori dettagli sulla visita di Hammond, ma la Gran Bretagna sta cercando di aumentare le vendite di armi agli Stati arabi del Golfo, alleati chiave in una regione dalla forte instabilità. 

Nel novembre del 2012, David Cameron si era recato nel Paese e in Uae per rafforzare i legami e la cooperazione militare. Il 6 novembre, infatti, era stato annunciato l’accordo fra Londra e gli Emirati. L’Arabia si era detta interessata ad una similare soluzione, controparte strategica per l’acquisto di caccia Thypoon.