Confronto energetico a distanza tra Mosca e Vilnius

47

Russia e Bielorussia stanno per firmare un importante accordo in base al quale la prima si impegnerà a costruire il primo impianto nucleare bielorusso ad Astrasviec.

Mosca “presterà” a Minsk 10 miliardi di dollari per coprire circa l’85% della spesa complessiva. La costruzione dovrebbe iniziare nel settembre 2012 e la centrale dovrebbe essere operativa nel 2018. L’impianto può essere considerato una mossa indiretta contro la Lituania che sta diversificando le proprie risorse energetiche per non dover dipendere totalmente dal gas russo attraverso un programma nazionale di sviluppo dell’energia derivante da gpl e nucleare (nuova centrale a Visaginas). Questo fatto è considerato da Mosca un rischio nei confronti delle atre regioni baltiche che potrebbero seguire la via lituana.

La costruzione dell’impianto bielorusso offrirebbe ai paesi vicini un’alternativa che unita all’altro impianto in costruzione a Kalinigrad immetterebbe sulmercato una potenza di quasi 5mila megawatt contro i “soli” 3.400 di Visaginas.