Unico comando per le forze speciali d’Israele

6

ISRAELE – Gerusalemme 12/07/2015. Il Capo di Stato Maggiore israeliano, generale Gadi Eizenkot ha annunciato il 6 luglio la creazione di una brigata di commando per portare l’esercito israeliano al passo con il moderno campo di battaglia, non più costituito da scontri tra due grandi forze corazzate, ma da una lotta tra le forze asimmetriche, sull’anti-terrorismo in aree densamente popolate.

Riporta Al Monitor che Idf non hanno mai creato una brigata commando; le sue unità speciali sparse tra i vari corpi e rami militari. La nuova brigata riunirà sotto un un unico centro di comando alcune unità di commando esistenti: Duvdevan, unità sotto copertura dell’esercito israeliano; Egoz unità di ricognizione della Brigata Golani; la Magellano, specializzata nel distruggere obiettivi in ​​profondità dietro le linee nemiche e nel fornire informazioni; la Rimon, specializzata nella guerra nel deserto, mentre le restanti unità di commando dell’esercito israeliano rimarranno indipendenti.
Si tratterebbe di una risposta alla tattica bellica usata dallo Stato Islamico, un vero esercito fantasma a detta degli esperti citati da Al Monitor; si tratta però di considerazioni contrastate, perché la creazione di questo nuovo comando potrebbe essere parte id un piano di riassetto previsto da tempo.