Sospese le visite dei negoziatori FARC

11

COLOMBIA – Bogotà 20/02/2016. Sospese le visite in Colombia dei capi delle Farc.

Il governo colombiano ha, infatti, accusato i rappresentanti dei guerriglieri di andare nei villaggi scortati da uomini armati, violando gli accordi dei negoziati di pace, riporta il quotidiano La Tercera. Il 17 febbraio, Juan Manuel Santos, il presidente colombiano, ha sospeso le visite in Colombia dei leader delle Farc e coinvolti nei negoziati con il governo di L’Avana, Cuba. Secondo il governo, un gruppo delle Farc guidato da Ivan Marquez, capo delegazione a Cuba, ha violato gli accordi partecipando a una cerimonia pubblica scortato da guerriglieri armati nel villaggio di El Conejo, nella zona nord-est del paese. Le visite dei negoziatori Farc in Colombia sono state autorizzate nel 2015. Il governo di Santos ha chiesto ai paesi garanti degli accordi di pace, Cuba e Norvegia, di «prendere le misure necessarie per garantire che il gruppo guidato da Ivan Marquez torni a L’Avana il più presto possibile in conformità con i protocolli di sicurezza concordati».