CINA. Pechino acquista montagne di soia da Trump

78

Le imprese statali cinesi hanno acquistato almeno 1 milione di tonnellate di soia americana lo scorso 1 febbraio, un giorno dopo che i colloqui bilaterali hanno fatto progressi verso un accordo commerciale e l’impegno cinese a comprare più soia americana. Gli acquisti dovrebbero partire tra aprile e luglio, con una grande quota prevista dai terminali di esportazione della costa del golfo degli Stati Uniti, riporta Scmp.

Gli acquisti totali sono stati di circa 2,2 milioni di tonnellate e le vendite sono state simili a tre recenti ondate di acquisti in cui le aziende statali hanno prenotato da 1 milione a 1,5 milioni di tonnellate di soia. I future americani sulla soia hanno raggiunto il loro massimo da più mesi proprio il 1° febbraio, alla notizia di una rinnovata domanda da parte del principale importatore mondiale.

Ma i guadagni del mercato sono stati limitati dalla preoccupazione che gli acquisti cinesi difficilmente intaccheranno le massicce scorte di soia negli Stati Uniti e in tutto il mondo. L’incombente raccolto di un grande raccolto di soia in Brasile, il primo fornitore mondiale, ha ulteriormente limitato i prezzi, perché la soia brasiliana è più conveniente di quella Usa. 

Gli ultimi acquisti sono destinati con molta probabilità alle riserve statali cinesi, e quindi immuni da dazi elevati sulle importazioni di prodotti americani. Le tariffe del 25 per cento, imposte l’estate scorsa per ritorsione per le tariffe statunitensi sulle merci cinesi, rimangono in vigore per le importazioni di soia statunitense da parte società commerciali. Le esportazioni verso la Cina sono crollate in questa stagione durante la disputa commerciale, con un aumento delle forniture che lo scorso autunno ha fatto scendere i prezzi a livelli minimi quasi decennali e gli agricoltori americani che lottano per realizzare un profitto.

La Cina ha acquistato la maggior parte della soia dal Brasile, che è in procinto di raccogliere un raccolto eccezionale nei prossimi mesi. Le vendite del primo febbraio portano il totale degli acquisti cinesi del raccolto di soia statunitense del 2018 ad almeno 6,5 milioni di tonnellate, una frazione della sua tradizionale produzione annuale dagli Stati Uniti di oltre 30 milioni di tonnellate. Fino a gennaio 2017, secondo i dati del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, più di 29,4 milioni di tonnellate del raccolto di quella stagione erano già state spedite in Cina, con altri 4 milioni di tonnellate vendute e in attesa di spedizione.

Antonio Albanese