Tesori dimenticati in mostra a Pechino

3

CINA – Pechino 29/12/2015. Quasi 30 oggetti d’antiquariato sono in mostra da questa settimana a Pechino, nel Palazzo d’Estate, per la prima volta dopo più di sessant’anni.

Queste antichità fanno parte di una mostra, che ha aperto il 28 dicembre, e durerà due mesi; sono mostrati 73 pezzi tra bronzi, ceramiche, dipinti, opere calligrafiche e mobilio, oltre a documenti storici. Turai questi pezzi erano stati nascosti in vista dell’invasione giapponese della Cina durante la Seconda guerra mondiale. Un totale di 2.445 pezzi d’antiquariato provenienti dal Palazzo d’Estate (Yiheyuan, nella foto) erano stati imballati in 650 cartoni e inviati nel sud della Cina a partire dal 1933, quattro anni prima che i giapponesi prendessero il controllo di Pechino. Dopo la vittoria del 1945, questi tesori erano stati trasferiti a Nanchino; molti pezzi erano poi stati trasferiti alla Città Proibita di Pechino, e altri al Palazzo d’Estate. Ben 368 pezzi, per lo più ceramiche, giada, bronzi e mobilio, erano stati ricollocati al Palazzo d’Estate nel 1950.