Vaccini scaduti venduti in Cina

60

CINA – Pechino 26/03/2016. La polizia cinese ha arrestato più di 130 persone sospettate della vendita illegale di più di 47 milioni di vaccini scaduti.

L’agenzia Xinhua riporta che 69 casi sono stati aperti relativamente alla vendita di vaccini conservati impropriamente o scaduti in più di 20 regioni nel corso degli ultimi cinque anni. Il ministero della Pubblica Sicurezza ha poi precisato che i vaccini illegali erano stati venduti per 310 milioni di yuan non per 570; le autorità hanno sequestrato, infatti, 20mila dosi e le autorità sospettano di 29 aziende farmaceutiche e 16 istituti di vaccinazione. Gli arrestati sono stati 37. Gli arresti sono stati effettuati dopo che la polizia dello Shandong ha annunciato l’arresto di madre e figlia accusate di vendere vaccini scaduti o non correttamente conservati dal 2011. Le autorità ritengono che i vaccini illegali fossero prodotti da enti autorizzati, ma erano di qualità scadente e trasportati o immagazzinati in modo improprio.