Troppa Cina a Colombo?

56

SRI LANKA – Colombo 01/03/2015. In Sri Lanka grande è la preoccupazione per i circa 5 miliardi di prestiti cinesi fatto per il quale il ministro delle Finanze di Pechino si recherà nel paese per discutere la questione, ha annunciato il ministro degli Esteri cingalese il 28 febbraio, che discuterà anche le future visite dei sottomarini cinesi.

Il nuovo presidente dello Sri Lanka Maithripala Sirisena ha innervosito la Cina vista la volontà di riesaminare i progetti di investimento, tra cui quello da 1,5 miliardi di dollari per il progetto “città portuale” nella capitale Colombo. Parlando a Pechino alla fine di una visita di due giorni, il ministro degli Esteri dello Sri Lanka Mangala Samaraweera ha manifestato le preoccupazioni sul totale dei prestiti cinesi nel paese. La Cina ha costruito un porto e l’aeroporto, nel sud del paese, sollevando timori circa una pesante influenza nel paese rispetto a quella dell’India con cui lo Sri Lanka ha tradizionalmente profondi legami. Le preoccupazioni indiane sono cresciute dopo che il governo Rajapaksa ha permesso ai sottomarini cinesi di attraccare nei porti cingalesi.