Aerei militari cinesi sulle Spratly

25

CINA – Pechino 20/04/2106. Un aereo militare appartenente alla cinese Air Force è atterrato per la prima volta su Yongshu Jiao o Fiery Croce Reef sulle isole Spratly. Riportava la notizia nei giorni scorsi il quotidiano dell’Esercito di Liberazione della Cina Popolare. 

L’aereo è atterrato in data sconosciuta sulla pista in cui da gennaio sono atterrati i primi voli civili .
Il ministero degli Esteri della Cina ha confermato l’atterraggio il 19 aprile, minimizzando la cosa con l’affermare che si trattava di una missione di salvataggio. La costruzione della pista su Fiery Croce Reef aveva portato ad un prolungamento artificiale della barriera corallina e scatenato proteste dai paesi vicini, tra cui il Vietnam, il cui governo aveva sostenuto che la pista era stata costruita illegalmente sul suo territorio.
Stati Uniti e Giappone hanno espresso la loro preoccupazione sulla escalation della tensione nella regione: altri paesi, tra cui le Filippine, la Malaysia, Brunei e Taiwan sostengono anche la sovranità totale o parziale sulle isole Spratly. La pista su Fiery Croce Reef è di 3.000 metri. In un articolo in prima pagina, il quotidiano afferma che un aereo militare di pattuglia sul Mar Cinese Meridionale il 18 aprile ha ricevuto una chiamata di emergenza per atterrare a Fiery Croce Reef per evacuare tre operai gravemente feriti.
Sono stati poi portati in aereo sull’isola di Hainan per l’ospedalizzazione, ha detto, mostrando foto del velivolo a terra ad Hainan. In questa maniera, Global Standard ha detto che Pechino ha dimostrato che la pista era all’altezza degli standard militari e poteva ospitare una base di caccia. Le piste dovrebbero essere abbastanza lunghe per gestire bombardieri a lungo raggio e aerei da trasporto, nonché i migliori jet da combattimento della Cina, dandogli una presenza profonda nel cuore del sud-est asiatico finora mancata.