Cinesi a Singapore

44

SINGAPORE – Singapore 23/05/2015. Gli arrivi turistici a Singapore sembrano destinati ad incrementare con l’imminente estensione dei visti per i visitatori provenienti dalla Cina.

Nelle speranza degli osservatori tutto ciò avrà benefici a cascata sull’economia in generale. Nel 2014, circa l’11 per cento dei turisti sono arrivati a Singapore dalla Cina, che è divenuta il secondo punto di origine più grande, sia in termini di arrivi che di spese.
Nel 2015, il Singapore Tourism Board vuole rendere più facile per i visitatori cinesi arrivare nell’isola facilitando gli arrivi di famiglie, viaggi di nozze, e pacchetti per le famiglie, riporta Channel News Asia. Dal 1 giugno, il visto multiplo per i visitatori cinesi sarà esteso a un massimo di 10 anni, fatto che potrebbe avvantaggiare molti settori dell’economia, quello retail in primis, secondo gli esperti. Una delle destinazioni più popolari tra i cinesi è Orchard Road. Il turista cinese spende per lo shopping circa il doppio rispetto ai viaggiatori provenienti da altri mercati; e soprattutto, la spesa pro capite è di circa il 20 per cento superiore alla media di chi visita Singapore. La nuova facilità di tornare a Singapore potrebbe beneficiare altri segmenti del settore servizi, tra cui sanità, istruzione e finanza.
Nel 2014, la durata media del soggiorno per i visitatori cinesi è stato fino a 4,3 giorni, rispetto a poco più di tre giorni un paio di anni fa.