CINA. Si raffredda il mercato immobiliare nel 2017

105

Il mercato immobiliare cinese dovrebbe raffreddarsi nel 2017, a causa delle nuove leggi sugli acquisti domestici, dopo che diverse città hanno recentemente ristretto le politiche sui mutui.

A Pechino sono state annunciate nuove politiche sulle ipoteche bancarie. In base alle nuove politiche, il termine di rimborso più lungo per un secondo mutuo per la casa sarà ridotto a 25 anni dai 30 precedenti, riporta il Beijing Morning Post, ripreso da Global Times.

Inoltre, dall’inizio del 2017, le banche in città come Pechino, Guangzhou e Qingdao stanno scontando i tassi dei mutui fino al 10 per cento dal tasso di riferimento ufficiale, in calo dal 15 per cento in precedenza, secondo i due media. Lo stesso capita in città di primo livello come Pechino, Shanghai, Guangzhou e Shenzhen.

Il tasso di rifinanziamento di un anno fissato dalla Banca popolare di Cina, la banca centrale del paese, è del 4,35 per cento. Il tasso di interesse per i prestiti fino a cinque anni è del 4,75 per cento e per i prestiti di durata superiore a cinque anni, il tasso è del 4,9 per cento.

La normativa sui mutui per le seconde case diventerà un obiettivo dei governi locali nel 2017, con un impatto negativo sugli acquirenti che mirano a trovare fino a un alloggio migliore.

I regolamenti imposti dai governi locai stanno avendo il loro effetto, e i mercati immobiliari nazionali nelle città di primo e secondo livello della Cina si stabilizzeranno quest’anno, prosegue Global times, mentre le fluttuazioni persisteranno nei prezzi delle case in alcune città di secondo livello.

Tra 15 città monitorate dall’Ufficio Nazionale di Statistica, in città di primo livello e in alcune città di secondo livello, i mercati immobiliari si sono surriscaldati, 12 città hanno riferito dicali dei prezzi delle case nuove a gennaio, con cali da 0,1 a 0,4 punti percentuali. Si tratta di Pechino, Tianjin, Shanghai, Shenzhen e Nanjing.

Il mercato immobiliare della Cina crescerà nel lungo periodo, con le transazioni immobiliari che toccheranno nuovi livelli record nei prossimi anni, ma nel breve termine, come ad esempio la prima metà di quest’anno, i prezzi delle case in città di primo livello e di alcune città di secondo livello saranno stabili mentre i prezzi saranno suscettibili di qualche rimbalzo nella seconda metà.

Graziella Giangiulio