Cina: scende il prezzo dell’oro

44

Zijin Mining Group Co, il più grande produttore cinese di oro, ha dichiarato che i suoi utili netti sono crollati del 19,95 per cento nel primo semestre del 2012.

Tutta colpa della debolezza economica mondiale e della contrazione della domanda che influisce sul prezzo dell’oro a livello mondiale. In una dichiarazione presentata alla Borsa di Shanghai, la società ha detto che il suo utile netto pari a 2,38 miliardi di yuan ($ 375.900.000) nei primi sei mesi di questo anno, a fronte di un aumento del 18 per cento, o 5,71 miliardi di yuan in utile netto lo scorso anno. L’utile per ogni singola azione è scesa, rispetto allo scorso anno, del 20,44 per cento a 0,109 da 0,137 yuan, secondo la società (duale) quotata a Shanghai e Hong Kong. I ricavi delle vendite hanno registrato un aumento del 32,43 per cento nel primo semestre di quest’anno fino a raggiungere 20,99 miliardi di yuan. A livello globale il prezzo dell’oro si è contratto del 17 per cento dal picco di 1,920 dollari di giugno. Secondo Fujian società con sede a Hong Kong il prezzo dell’oro dovrebbe subire andamenti altalenanti nel secondo semestre di quest’anno, per via del cattivo andamento dell’economia globale che registrerà ulteriore volatilità sui mercati a causa della persistente crisi del debito europeo, la fragile ripresa negli Stati Uniti e il rallentamento sincronizzato nei mercati emergenti. Venerdì il Prezzo delle azioni di Zijin hanno sono scese del 2,61 per cento a HK $ 2.61 (circa 33,68 centesimi di dollaro) a Hong Kong.