Gazprom punta sulla Cina

4

RUSSIA – Mosca 20/07015. Gazprom potrebbe ritardare alcuni investimenti del 2016 per concentrare le sue risorse sulla costruzione di gasdotti verso la Cina e per il pagamento dei dividendi.

La notizia viene data dal sito Azernews che cita fonti interne non identificate. Gli investimenti sul previsto Vladivostok Gnl nell’estremo oriente della Federazione russa assieme ad altri progetti possono essere rinviate.
Gazprom prevedeva di iniziare la costruzione dell’impianto, verso il più grande importatore di Gnl al mondo, il Giappone, entro il 2019 e cercando di aumentare la propria presenza in Asia, nel 2011, Gazprom si era accordata con un gruppo di aziende giapponesi guidato da Trader Itochu Corp. per studiare la fattibilità del progetto. Già nel 2014, però, Gazprom aveva detto che il gasdotto verso la Cina poteva essere più competitivo rispetto al Vladivostok Gnl, un progetto che può costare 15 miliardi di dollari, secondo le stime.