Cinesi nell’Artico

74

Una nave rompighiaccio cinese ha attraccato a Shangai dopo esser stato il primo vascello cinese ad attraversare l’Artico; si tratta di un chiaro segnale del crescente interesse di Pechino per il Polo Nord.

Con lo scioglimento accelerato delle calotte polari che accelera la creazionedi nuove rotte commerciali e la ricerca di nuovi campi petroliferi e gasiferi nell’area, la Cina ha piantato saldamente la,bandiera nella regione. Il rompighiaccio Dragone di neve è rientrato a Shangai dopo aver concluso una missione di tre mesi in direzione oceano Pacifico passando attraverso l’oceano Artico ed arrivando nell’Atlantico. Sebbene non abbia alcuna pretesa di sovranità sul Polo Nord, la Cina sta spingendo per avere un seggio in qualità di osservatore permanente nell’Arctic Council.

Durante l’estate, le rotte attraverso l’Artico tra Cina e Europa sono più veloci del 40% rispetto a quelle che passano per l’oceano Indiano, il Canale di Suez e il Mediterraneo.