CINA. Pechino vuole costruire una base sottomarina gestita da Intelligenza Artificiale

115

La Cina sta progettando di costruire una base scientifica e di difesa sottomarina senza equipaggio nel Mar Cinese Meridionale. Si tratterebbe del primo insediamento interamente abitato da intelligenze artificiali. Il progetto, riporta Scmp,  chiamato Ade, è stato lanciato all’Accademia cinese delle scienze a Pechino.

Il presidente cinese Xi Jinping ad aprile aveva esortato gli scienziati e gli ingegneri a osare di fare qualcosa che non era mai stato fatto prima. «Non c’è nessuna strada nel mare profondo, non abbiamo bisogno di inseguire [dopo altri paesi], siamo la strada», ha detto.

Di basi sottomarine è piena la letteratura, basti pensare a Jules Verne, e il mito di Atlantide è un must per tutti i ricercatori storici.

La base verrebbe costruita nella zona di Hadal, un abisso a forma di V, ad una profondità compresa tra i 6.000 e gli 11.000 metri; Ade costerà ai contribuenti cinesi 1,1 miliardi di yuan hanno detto gli scienziati. Come una stazione spaziale, il complesso sottomarino avrà piattaforme di attracco.

Sottomarini robot saranno inviati nei fondali marini per rilevamenti, registrare le forme di vita per la catalogazione e raccoglieranno campioni di minerali. Come laboratorio autonomo, la stazione analizzerà questi campioni e invierà rapporti alla superficie.

Mentre la base dipenderà dai cavi collegati a una nave o a una piattaforma per l’alimentazione e la comunicazione, il suo potente “cervello” e i suoi sensori gli permetteranno di svolgere missioni autonome.

Altri scienziati sono scettici sul progetto e pensano che la politica e la tecnologia presenteranno grandi sfide. Il Mar Cinese Meridionale è probabilmente la via d’acqua più contesa del pianeta, con sette nazioni che si confrontano per la sovranità nell’area. I fondali marini profondi, inoltre sono un ambiente estremo, dove l’alta pressione, l’erosione, la geologia volatile e le scosse telluriche potrebbero minacciare qualsiasi struttura sul fondo marino.

La Fossa di Manila, dove la parte sud-orientale della placca eurasiatica incontra la placca del Pacifico, potrebbe essere la sede ideale. Il suo fondale più profondo scende fino a 5.400 metri. 

Lucia Giannini