CINA. Pechino suona i tamburi di guerra

145

L’Esercito Popolare Cinese ha intensificato il suo addestramento, da quando Xi Jinping è diventato segretario generale del Partito comunista e presidente della sua Commissione Militare Centrale alla fine del 2012, in linea con il suo piano per trasformarlo in una moderna forza di combattimento in grado di condurre proiezioni operative a lungo raggio.

Se nel 2013, l’esercito e la polizia paramilitare hanno fatto quasi 40 esercitazioni, riporta il China News Service, negli ultimi due anni, il solo Pla ne ha condotte almeno 45 all’anno, riporta il South China Morning Post, nelle condizioni più complesse e più dure sulla terraferma, in mare e nell’aria.

Accanto alla sua azione di modernizzazione militare, che comprende anche ricerca e sviluppo per colmare il divario con gli Stati Uniti e la Russia, Xi ha anche chiesto al Pla e alla Polizia Armata Popolare assoluta lealtà e obbedienza al partito (si tratta di una forza di 2,3 milioni e di 1,5 milioni della Polizia). I crescenti interessi economici della Cina all’estero, legati alla sua Belt and Road Initiative, comportano che i suoi militari dovranno essere in grado di proteggere i progetti e i lavoratori cinesi in tutto il mondo. Nel frattempo, in patria, la dirigenza comunista sta lottando contro la corruzione diffusa che minacciava la capacità della Cina di condurre una guerra. Negli ultimi cinque anni sono stati indagati e processati 13.000 ufficiali Pla, tra cui più di 100 generali.

Le riforme sono previste nelle Istruzioni per il lavoro politico nell’addestramento militare, emanate all’inizio del 2013, che esortano le forze armate a «coltivare vigorosamente uno spirito di combattimento che, in primo luogo, non teme le difficoltà e, in secondo luogo, non teme la morte».

Se negli ultimi anni il PLA ha aumentato il numero di esercitazioni, sono ancora inferiori a quelle organizzate Dalla Nato: circa 100 nell’anno scorso, insieme a 149 nazionali dei paesi membri. Forze occidentali e russe sono state coinvolte in un conflitto vero molto più di recente rispetto al Pla, il cui ultimo impegno operativo risale alla guerra sino-vietnamita del 1979. 

Il regime di addestramento migliorato del Pla ha visto anche la marina militare e le forze aeree condurre esercitazioni più lontano dalla costa cinese; il Pla nel suo complesso sta affinando le capacità di combattimento di tutte le sue forze durante tutto l’anno in una varietà di luoghi, migliorando la loro capacità di far fronte a condizioni meteorologiche avverse, terreno difficile e confusione sul campo di battaglia.

Antonio Albanese