CINA. Pechino scommette sulle rinnovabili per lo sviluppo

55

di Graziella Giangiulio CINA – Pechino 10/01/2017. Di fronte ad una domanda crescente di energia e a nuove sfide ambientali, la Cina sta cercando di costruire un sistema energetico “verde”, con maggiori investimenti nel settore dell’energia pulita previsti nei prossimi anni.

Il consumo totale di energia della Cina sarà limitato a 5 miliardi di tonnellate di carbone equivalente entro il 2020, un piccolo aumento annuo di circa il 2,5 per cento tra il 2016 e il 2020, riporta l’Amministrazione nazionale dell’energia cinese ripreso da Xinhua.

Il tasso di crescita previsto sarà inferiore rispetto all’aumento annuo del 3,6 per cento registrato nel corso del periodo 2011-2015, questo si tradurrà in una riduzione del 15 per cento del consumo di energia per unità di Pil entro il 2020, secondo i dati dell’Agenzia.
Nel nuovo quinquennio verrà data priorità al rafforzamento della competitività dell’energia cinese e ai settori correlati, attraverso un approccio orientato al mercato; secondo l’ultimo piano, la quota di combustibili non fossili aumenterà arrivando a più del 15 per cento e la quota del gas naturale dovrebbe raggiungere il 10 per cento entro il 2020.

La Cina si trova di fronte anche la sfida del degrado ambientale: quasi il 62 per cento di 338 città cinesi monitorate dal ministero della Protezione Ambientale soffre a causa del forte inquinamento atmosferico; molte città cinesi soffrono sempre più frequentemente per lo smog invernale negli ultimi anni, innescando una diffusa preoccupazione e sensibilità pubblica; le emissioni di carbone causano un’alta concentrazione di particelle tossiche traspiranti, note come Pm 2,5, che provoca smog e malattie polmonari correlate.

Investimenti combinati per 2,5 miliardi di yuan copriranno progetti legati all’energia rinnovabile per il periodo 2016-2020, con la creazione di più di 13 milioni di posti di lavoro secondo le prime stime. Sarà data priorità all’uso di veicoli a energia pulita, riducendo i costi dell’energia rinnovabile, come l’energia eolica, migliorado l’efficienza dell’uso dell’energia, e aumentando l’innovazione e la cooperazione nella produzione globale del settore energetico. Ad oggi, l’energia pulita, tra cui l’energia nucleare e le energie rinnovabili, ha rappresentato solo per il 18 per cento del mix energetico totale della Cina, cifra molto più bassa rispetto alla media globale del 38 per cento.