CINA. Pechino e Kathmandu unite dalla nuova Via della Seta

52

Il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato il primo ministro nepalese Pushpa Kamal Dahal.

Secondo quanto riporta Xinhua, i due leader hanno accettato di collaborare di più nello sviluppo della Nuova via della Seta.

Xi ha detto che i legami di amicizia tra la Cina e il Nepal sono di interessi fondamentali; allo stato attuale, i legami tra Cina e Nepal si stanno sviluppando rapidamente e i due paesi mantengono stretti gli scambi tra i governi, i partiti e le strutture statali.

Il presidente cinese ha chiesto uno sforzo comune per mantenere una dinamica positiva nei legami bilaterali attraverso la creazione di nuove prospettive.

Xi ha invitato le due parti a rafforzare la fiducia politica, ad avere scambi più stretti e a sostenersi a vicenda su questioni che riguardano i loro interessi fondamentali e le loro principali preoccupazioni politiche. Entrambi gli stati intendono promuovere la cooperazione in termini di connettività, accordi di libero scambio, agricoltura, capacità industriale, energia e ricostruzione post-terremoto, sfruttando l’opportunità offerta dalla costruzione congiunta dell’iniziativa della Nuova via della Seta.

Inoltre, Cina e Nepal hanno bisogno di aumentare gli investimenti bilaterali e il commercio e di promuovere uno sviluppo equilibrato e sostenibile del commercio bilaterale. Xi ha anche espresso la sua speranza che la Cina e il Nepal arricchiscano gli scambi tra i popoli e migliorino la cooperazione nel turismo, nella cultura, nello sviluppo della gioventù, nei media, nonché nella cooperazione locale.

La Cina è disposta a lavorare con il Nepal a collaborare di più sotto il quadro multilaterale nelle Nazioni Unite, e a coordinarsi di più su questioni come cambiamento climatico e sviluppo sostenibile.

La Cina un vicino amichevole, ha detto Dahal e il Nepal apprezza il suo sostegno, in particolaredopo il terremoto del Nepal nel 2015.

Il Nepal aderisce alla politica di una sola Cina e non permetterà ad alcuna forza di condurre attività anti-cinesi in territorio nepalese, ha detto Dahal.

Il primo ministro ha poi detto che il Nepal è disposto a lavorare con la Cina per cooperare maggiormente su commercio, investimenti, trasporto, infrastrutture, turismo, aviazione e scambi turistico-culturali.

Dahal ha detto che il Nepal apprezza il ruolo importante e positivo della Cina negli affari internazionali ed è pronto ad avere uno stretto coordinamento e una efficace cooperazione con la Cina negli affari internazionali e regionali.

Lucia Giannini