CINA. Pechino deve espandere l’arsenale nucleare

106

La Cina deve espandere il suo arsenale nucleare, in modo da poter meglio scoraggiare e colpire in rappresaglia i nemici alla luce delle incertezze geopolitiche e poiché gli Stati Uniti sembra stiano accumulando armi nucleari, secondo l’esercito cinese. Il 30 gennaio, il Pla Daily, ha pubblicato un editoriale secondo cui la Cina aveva sì abbastanza armi nucleari per prevenire il “bullismo” da parte di altre potenze nucleari, ma queste erano necessarie per rispondere ai cambiamenti strategici degli Stati Uniti.

«Per migliorare il bilanciamento strategico della Cina nella regione e mantenere lo status della Cina come una grande potenza, e proteggere la sicurezza nazionale, la Cina deve rafforzare e sviluppare una capacità affidabile di deterrenza nucleare», riporta il quotidiano militare ripreso da Scmp. L’articolo prosegue affermando che la Cina dovrebbe ancora attenersi alla dottrina del “no first use”, il che significa che non ci sono circostanze in cui Pechino sarebbe stata la prima ad utilizzare armi nucleari.

Washington starebbe per dare il via a nuovi progetti nucleari e dispiegherà più bombe nucleari “a basso rendimento”; la Cina, dal canto suo, sarebbe pronta ad aumentare il proprio arsenale di testate nucleari, ma non ci sarebbero piani per competere con gli Stati Uniti; la Cina avrebbe solo bisogno di aggiungere circa 100 testate alla sua riserva per contrastare le minacce da parte di Stati Uniti e India.

La Cina non ha mai dichiarato l’entità delle sue scorte nucleari, ma la Arms Control Association di Washington, le assegna 270 testate, il quarto arsenale più grande dei principali cinque stati nucleari. La Russia ne ha 7.000, gli Stati Uniti 6.800, la Francia 300 e la Gran Bretagna 215.

Gli Stati Uniti stanno sviluppando almeno sei armi nucleari di nuova generazione, compresi vari missili, il bombardiere strategico a lungo raggio B-21 Raider, e un sottomarino nucleare più avanzato. Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu ha detto, all’inizio di gennaio, che la maggior parte delle armi nucleari del suo paese dovrebbe essere potenziata nei prossimi anni, secondo la Tass. La Cina starebbe lavorando su aggiornamenti alla sua tecnologia nucleare, compresi gli sforzi per trasformare i missili a una sola testata in missili multi-testata, e per integrare sistemi missilistici terrestri marini e aerei.

Lucia Giannini