CINA. Nuove regole per le forze armate di Xi

105

«Un militare è fatto per combattere. I nostri militari devono considerare la capacità di combattimento come il criterio per soddisfare in tutto il loro lavoro e concentrarsi su come vincere quando sono chiamati», aveva detto Xi Jinping al 19° Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese; meno di un mese dopo l’esercito cinese ha preso delle misure per rispettare le direttive del leader

Riporta il Rénmín Rìbào, che la Cina completerà l’ammodernamento della difesa nazionale e delle forze armate entro il 2035 e trasformerà l’esercito in una «forza di classe mondiale» entro la metà del XXI secolo.

La Commissione Militare Centrale ha emanato una serie di linee guida il 5 novembre per affermare la leadership assoluta del Partito sull’esercito, richiedendo che le truppe siano assolutamente fedeli, oneste e fedeli a Xi, che è anche presidente del Comitato militare. Il Cmc ha detto che le forze armate dovrebbero attuare in modo profondo e completo un sistema in cui il presidente del Cmc abbia la responsabilità generale dell’esercito. Questo sistema è stato aggiunto alla Costituzione del Cpc durante il congresso del Partito.

La priorità assoluta di mantenere l’autorità del nucleo della leadership è salvaguardare il sistema di responsabilità del presidente del Cmc, riporta il Quotidiano del Popolo. Il Cmc ha pubblicato il 13 novembre un regolamento per standardizzare i benefit per i funzionari militari, compresi uffici, alloggi, automobili e servizi medici, nella sua ultima mossa per imporre ai militari una disciplina rigorosa.

Per frenare il malcostume nelle forze armate e rendere le truppe più pronte al combattimento, il Cmc ha emesso anche il divieto di bere alcol alla fine di settembre, elencando 11 occasioni in cui soldati e ufficiali non possono bere alcolici. Negli ultimi cinque anni, poi, la lotta alla corruzione nell’esercito è stata al centro dell’ampia repressione anti-corruzione. Decine di ufficiali e militari sono stati posti sotto inchiesta e arrestati: «La costruzione dello stile di lavoro e la lotta contro la corruzione nei militari hanno ottenuto importanti risultati», riporta il Quotidiano del Popolo.

Maddalena Ingroia