Turisti cinesi di nuovo a Pyongyang

50

CINA – Pechino 11/03/2015. Il servizio ferroviario turistico tra la Cina e la Corea del Nord è ripreso.

Secondo i media cinesi, la ripresa dei collegamenti è avvenuta dopo che Pyongyang ha riaperto i confini dopo la fine del divieto di entrata a causa delle paure di una possibile entrata del virus Ebola nel paese. Il primo treno che trasportava 72 turisti cinesi è partito il 9 marzo da Dandong, città al confine con la Corea del Nord; da quel momento un treno collegherà la città cinese con Pyongyang in quattro giorni di viaggio. Al culmine dell’epidemia di Ebola in Africa occidentale, nel mese di ottobre 2014, il regime di Kim Jong-Un aveva attuato una serie di severe misure per evitare che il virus Ebola entrasse in Corea del Nord. Tra le misure prese, c’era il divieto di ingresso per i turisti stranieri e la loro messa in quarantena per 21 giorni, indipendentemente dal loro paese di origine. Queste misure sono state eliminate ai primi di marzo e quindi la Corea del Nord è nuovamente visitabile dai turisti stranieri; i treni turistici cinesi verso la Corea del Nord hanno iniziato a correre la tratta Dandong – Pyongyang nel 2010.