Pechino rafforza i controlli da e per Pyongyang

84

CINA – Pechino 17/03/2016. La Cina ha rafforzato i controlli sui mezzi da carico provenienti dalla Corea del Nord in transito attraverso le sue tre province poste al confine nord-orientale, mentre alcuni ristoranti nordcoreani in Cina hanno chiuso.

Riporta Yonhap, che simili decisioni sono legate alle decisioni del Consiglio di sicurezza Onu su nuove sanzioni all’inizio di marzo per punire Pyongyang dopo il suo quarto test nucleare del 6 gennaio e il test del missile balistico a lungo raggio del 7 febbraio. Yonhap cita non identificate fonti cinesi all’interno dell’amministrazione cinese: «Pechino ha aumentato il numero di funzionari doganali incaricati di effettuare ispezioni complete di tutti i carichi da e per il Nord». La risoluzione del Consiglio di sicurezza richiede ispezioni obbligatorie per tutti i carichi in partenza e in entrata dalla Corea del Nord. La risoluzione mira a tagliare l’accesso di Pyongyang a moneta forte che possa essere utilizzata per i suoi programmi nucleari e missilistici. La fonte di Yonhap ha anche sottolineato che Pechino ha emanato una direttiva agli enti locali per applicare le sanzioni del Consiglio di sicurezza che vietano l’ingresso a 31 navi appartenenti alla compagnia marittima nordcoreana inserita nella lista nera del Nord. Le sanzioni mirano a impedire l’accesso nordcoreano alle istituzioni finanziarie straniere. Dopo il test nucleare, una serie di ristoranti nordcoreani in Cina hanno chiuso i battenti a causa della riluttanza della popolazione cinese ad andarvi. Per la fonte di Yonhap, ci sarebbe voluto del tempo per far sentire il pieno impatto delle sanzioni del Consiglio di sicurezza: «Dopo almeno due o tre mesi, sarà visibile il risultato delle sanzioni».