Pechino censura Moranbong Band

14

CINA – Pechino 18/12/2015. Un gruppo pop al femminile nordcoreano ha annullato il concerto di Pechino la scorsa settimana, quando le autorità cinesi hanno contestato i testi “anti-americani” che sarebbero stati cantati.

Riporta Channel News Asia che Moranbong Band era in visita in Cina insieme al Coro della Corea del Nord e doveva tenere un concerto presso il Centro Nazionale di Pechino per le arti dello spettacolo il 12 dicembre. La censura cinese non ha approvato un brano che definiva gli Stati Uniti un “lupo ambizioso”, e i testi che glorificavano las guerra di Corea. La Moranbong è un progetto del leader nordcoreano Kim Jong Un che cerca di porre il suo sigillo personale sulle arti nordcoreane; oggi a Pyongyang tra le giovani impazza il taglio corto dei capelli come quello dei membri del gruppo. Il gruppo è stata costituito nel 2012, e Pechino avrebbe dovuto essere la loro prima esibizione all’estero. La Xinhua ha detto che il concerto non si è tenuto a causa di «problemi di comunicazione a livello operativo». Dopo la censura del gruppo, Pyongyang ha protestato, rifiutando di cambiare il testo e ordinando l’immediato rientro in patria.
Non c’è stata alcuna menzione nordcoreana dell’annullamento dello show.