CINA. NDB finanzierà progetti BRICS in Cina Russia e India

197

La nuova banca di sviluppo istituita da Russia, Cina, India e Brasile sta fornendo a tre di questi paesi 1,4 miliardi di dollari in prestiti nell’imminenza di una riunione dei paesi prevista la prossima settimana.

I prestiti sono stati annunciati dalla New Development Bank, creata nel 2014 come alternativa alla Banca mondiale di Washington. Del totale, 460 milioni di dollari serviranno per aggiornare il sistema informatico del sistema giudiziario russo, 470 milioni di dollari per lo sviluppo delle risorse idriche rurali in India e il resto per il risparmio energetico e il controllo delle inondazioni in Cina, riportano Tass e Interfax.

Fondata dagli Stati membri nel 2014, Ndb ha sede a Shanghai dal luglio del 2015 e è diventata pienamente operativa all’inizio del 2016. Il suo primo prestito finanziato, un progetto per l’energia solare a Shanghai, è divenuto operativo ad agosto. Complessivamente, la banca ha 23 progetti in varie fasi di preparazione per il biennio 2017-2018, con un totale di prestiti per  6 miliardi di dollari; nel 2016 Ndb ha concesso prestiti a sette progetti.

Secondo la sua strategia generale per 2017-2021, la banca metterà circa i due terzi dei suoi prestiti nello sviluppo sostenibile delle infrastrutture. Ndb poi sta esaminando diverse opportunità di finanziamento in valuta locale nei paesi membri.

Il presidente russo Vladimir Putin, il presidente cinese Xi Jinping, e altri leader dei Brics (Brasile, Russia, India, Cina, Cina e Sud Africa) prenderanno parte al vertice a Xiamen, Cina, il 4-5 settembre.

Putin ha detto che solleverà il tema delle tensioni sulla penisola coreana nel corso della riunione. In un articolo pubblicato sul sito web del Cremlino il 1° settembre, Putin ha detto che lo stallo sul programma nucleare e missilistico della Corea del Nord è «sull’orlo di un conflitto su larga scala».

L’ assistente presidenziale russo Yury Ushakov ha detto ai giornalisti a Mosca che Putin spingerà per una soluzione pacifica seguendo una tabella di marcia tracciata da Mosca e Pechino.

A margine del vertice, afferma il Cremlino ripreso da Rferl,  Putin dovrebbe avere una riunione con i leader di Cina, India, Egitto, Egitto, Sudafrica, Sud Africa, Thailandia e Messico.

Graziella Giangiulio