Inchiesta cinese su Microsoft

16

CINA – Pechino 05/01/2016. L’ente regolatore del commercio della Cina ha lanciato un ulteriore indagine nel caso anti-monopolio contro Microsoft il 5 gennaio.

Per Xinhua, si tratterebbe dell’ultimo sforzo del governo cinese per imporre la sua legge anti-monopolio. L’ente statale per l’industria e il commercio ha infatti avviato una nuova indagine su Microsoft per chiarire i principali problemi riscontrati nei dati elettronici e l’azienda deve presentare una spiegazione completa dopo l’inchiesta.
Nel 2014, Microsoft era sospettata di non aver rivelato completamente le informazioni del sistema operativo Windows e dell’applicazione Microsoft Office, causando problemi di incompatibilità. Secondo la legge cinese, incompatibilità senza preavviso ai clienti poteva essere considerata anticoncorrenziale.