La MERS compare in Cina

89

CINA – Pechino 30/05/2015. La Cina ha confermato il 29 maggio che un cittadino sudcoreano era risultato positivo per la Mers.

È il primo caso confermato della Cina, le autorità sanitarie cinesi hanno poi detto di non aver trovato positive le 38 persone che hanno avuto stretto contatto con il malato. Le autorità sanitarie della provincia meridionale cinese del Guangdong temono il diffondersi della malattia poiché l’uomo ha viaggiato smezzi pubblici ed ha alloggiato  in un albergo prima del ricovero in ospedale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha poi confermato, sempre il 29 maggio, che 10 persone in Corea del Sud sono state contagiate dalla Mers, ma non vi era stata alcuna diffusione uomano-uomano, si tratta di casi legati al primo caso registrato. L’agenzia delle Nazioni Unite non raccomandato controlli particolari su persone o merci provenienti dalla Corea del Sud.

Il cittadino sudcoreano ora è ricoverato in isolamento nell’ospedale della città di Huizhou; i sintomi ch presentava erano quelli classici: febbre e sintomi da polmonite. Il malato, 44 anni, figlio di un altro paziente confermato la scorsa settimana e contagiato sempre in Corea del Sud, era arrivato a Huizhou dopo uno scalo a Hong Kong il 26 maggio, secondo le autorità sudcoreane e cinesi. Seul registra due nuove vittime di cui una, un uomo di 68 anni, era stato in Bahrein nei mesi di aprile e maggio, ed era tornato in Corea del Sud via Qatar.