Pechino apre le dighe sul Mekong

178

VIETNAM – Hanoi 21/03/2016. Il fatto che la Cina riversi l’acqua nel fiume Mekong è una mossa cooperativa.

Pham Hong Giang, presidente del Comitato nazionale grandi dighe e risorse idriche del Vietnam, già vice Ministro del Vietnam per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, ha apprezzato l’opersazione cinese in una intervista a Xinhua. La stazione idroelettrica di Jinghong nel sud-ovest della Cina, provincia dello Yunan, ha iniziato lo scarico 2.000 metri cubi di acqua ogni giorno, fino al 10 aprile, come aveva annunciato il ministro cinese delle Risorse Idriche Chen Lei il 16 marzo. «La distanza dalla stazione idroelettrica di Jinghong al delta del fiume Mekong in Vietnam è molto lunga», ha detto l’esperto Vietnamitaì, aggiungendo che ci sono molte aree asciutte che hanno bisogno di acqua lungo il corso verso il Delta del Mekong in Vietnam. «Quando l’acqua raggiungerà il Delta del Mekong in Vietnam, allevierà parzialmente la siccità». Il Mekong nasce in Cina e attraversa Myanmar, Laos, Thailandia, Cambogia e Vietnam, è chiamato come Lancang nel tratto cinese. Dalla fine del 2015, i paesi lungo il fiume Mekong hanno sofferto la siccità in vario grado a causa dell’impatto del El Nino.