CINA. Intesa sino-vietnamita sul Mar Cinese Meridionale

86

di Tommaso dal Passo CINA – Shangai 17/01/2017. Cina e Vietnam si sono impegnati il 14 gennaio a gestire le loro differenze e salvaguardare la pace nel Mar Cinese Meridionale, in un comunicato congiunto emesso nel corso di una visita in Cina da parte capo del Partito comunista vietnamita Nguyen Phu Trong.
I due Paesi hanno concordato di «gestire la loro differenza marittima, evitare azioni che complichino la situazione e aumentare le tensioni, e salvaguardare la pace e la stabilità del Mar Cinese Meridionale», si legge nel comunicato ripreso da Xinhua.

La Cina sostiene che quasi tutto il Mar Cinese Meridionale le appartenga; si tratta dell’area dove passano circa 5 trilioni di dollari del commercio marittimo ogni anno. Brunei, Malesia, Filippine e Taiwan, oltre a Vietnam, vantano anche delle pretese sul mare, che si ritiene abbia anche ricchi giacimenti di petrolio e gas.

Nel comunicato congiunto i due stati hanno convenuto di continuare a attuare«pienamente ed efficacemente» la Dichiarazione sulla condotta delle parti nel Mar Cinese Meridionale e impegnarsi per la rapida conclusione di un codice di condotta nel quadro della Dichiarazione sulla condotta.