Ergastolo per Bo Xilai

47

CINA – Pechino. 22/09/13. Si chiude con un ergastolo e la condanna alla pena di morte la vicenda misteriosa che il 14 novembre 2011 aveva congelato i rapporti tra Cina e Inghilterra. Neil Heywood, noto uomo d’affari britannico era stato rinvenuto cadavere in una stanza di albergo. Le indagini si sono orientate subito sulla moglie di un noto politico, Gu Kailai.

 Oggi la sentenza è stata annunciata da tutti i media cinesi: Condannato all’ergastolo, l’ex segretario del partito della città cinese di Chongqing Bo Xilai. Il tribunale del popolo di Jinan City, ha ritenuto colpevole l’imputato di abuso di potere e di accettare tangenti di circa 27 milioni di yuan (oltre tre milioni). Il tribunale ha respinto la mozione della difesa, secondo Euronews, Bo Xilai e nega le accuse contro di lui. Al processo l’imputato e ha chiamato bugiardo il testimone chiave dell’accusa Wang Lijun, l’ex capo della polizia della città di Chongqing. Ricordiamo che Bo Xilai era considerato uno dei politici più popolari e promettenti in Cina ed è stato conosciuto per la sua lotta attiva contro la criminalità l’anno scorso, è stato rimosso dalla carica di segretario, è stato espulso dal Partito e privato dei seggi in parlamento. E la moglie di Bo Gu Kailai è stata condannata a morte, con pena sospesa di due anni, per l’omicidio premeditato dell’uomo d’affari britannico Neil Heywood.