Modi in Cina

71

CINA – Pechino 13/05/2015. Il primo Ministro indiano Narendra Modi sarà in Cina il 14 maggio, per una visita di tre giorni.

All’ordine del giorno del viaggio Modi cerca di risollevare l’economia indiana attraverso accordi e opportunità in Cina. Giorni prima del suo arrivo, Modi ha creato un account sulla piattaforma di social media cinese Weibo; suo primo post, riprovano i media cinesi è stato: «Ciao Cina, non vedo l’ora di interagire con tutti i miei amici cinesi». Modi prevede, infatti, di rafforzare la cooperazione economica tra le due antiche civiltà; anche se non si prevedono progressi su parecchi punti controversi, come le dispute di confine, e l’asilo dato in India al Dalai Lama. Gli analisti cinesi sono fiduciosi che Modi apertamente esprima il suo sostegno per il progetto “One Belt, One Road”, che dovrebbe andare dal nord-ovest della Cina verso Asia centrale, attraversando Iran, Turchia, Russia, e Europa, finendo in Olanda, bypassando completamente l’Asia meridionale.
L’India dovrebbe inoltre spingere per avere investimenti cinesi per i suoi parchi industriali in India, mentre la Cina dovrebbe spingere l’India ad accelerare i lavori sul collegamento ferroviario veloce tra Nuova Delhi e Chennai. Durante la visita di Xi in India nel 2014 (nelle foto), la Cina ha annunciato investimenti per 20 miliardi di dollari in cinque anni, ma da allora i progressi sono stati lenti. Oltre a nuovi investimenti, i due paesi dovrebbero firmare una serie di accordi per rafforzare la cooperazione tecnico-industriale.