Veto cinese per l’India nel NSG

21

COREA DEL SUD – Seul 25/06/2016. La Cina, il 24 giugno, ha continuato ad opporsi all’entrata dell’India nel Gruppo dei fornitori nucleari (Psg, Nuclear Suppliers Group), dicendo che l’ordine di non proliferazione globale sarebbe crollato se fosse fatta una eccezione per Nuova Delhi.

«Se si ammettono eccezioni qua e là sulla questione del Tnp, l’ordine di non proliferazione internazionale, allora tutto l’impianto crollerà. In assenza del Tnp come base politica e giuridica, sarà impensabile far rispettare il Jcpoa (l’accordo nucleare Iran). E in assenza del Tnp come base politica e giuridica, come potrebbe essere risolta la questione nucleare nella penisola coreana?», ha detto Wang Qun, direttore generale del Dipartimento di controllo delle armi del ministero degli Esteri cinese, ripreso da Sarkaritel. I suoi commenti sono stati fatti mentre i 48 membro del Nsg hanno tenuto a Seul la loro sessione plenaria.