Accordo di confine sino-indiano

48

INDIA – Nuova Delhi 12/6/13. India e Cina apriranno colloqui tesi alla stipula di un accordo sulle frontiere con lo scopo di evitare nuovi episodi come quelli recenti del 2013 (AGC Communication: Guerra tra India e Cina? e India e Cina: evitare l’escalation).

A questo scopo è dedicata la visita del ministro della Difesa indiano AK Antony a Pechino all’inizio del mese di luglio.

Antony dovrebbe visitare la Cina nella prima settimana di luglio e incontrare gli omologhi cinesi per discutere sui modi di evitare situazioni simili al braccio di ferro tra i due eserciti avvenuto a Daulat Beg, nel settore Oldi del Ladakh, lo scorso aprile.

Un accordo di cooperazione di difesa sui confini era stato formalmente proposto dai cinesi durante i colloqui a livello di ministro della Difesa Segretario svoltisi a marzo, ma l’India aveva deciso di rallentare le cose. 

Una delle proposte cinesi riguardava il congelamento delle infrastrutture lungo la linea di controllo effettivo ma l’India l’aveva respinta poiché Nuova Delhi era ed è in procinto di ammodernare le sue infrastrutture militari nel settore del nord-est e del nord.

La Cina aveva poi proposto l’espansione di contatti e una maggiore comunicazione tra le truppe delle due parti per evitare qualsiasi malinteso lungo la linea di confine.

Sarebbero all’ordine del giorno anche una serie di esercitazioni comuni tra i due eserciti, la cui data prevista è settembre-ottobre 2013. 

L’India porterà avanti anche la creazione di una linea diretta tra i Capi di Stato maggiore per discutere di qualsiasi problema tra i due eserciti sul confine.