CINA. India e Pakistan più vicine nello SCO

66

Le implicazioni delle tensioni tra Pakistan e India vanno ben oltre l’Asia meridionale. La tensione tra i due paesi ha infatti complicato l’iniziativa cinese della Nuova Via della Seta. A quanto pare, però, ci sono segni di un allentamento della tensione dopo gli scontri precedenti. Entrambi i paesi hanno aderito alla Shanghai Cooperation Organization, Sco, un anno fa, segnando la prima espansione del numero di membri Sco dal 2001.

Il vertice Sco di Qingdao è stato visto come un’opportunità per far fare un passo avanti nei legami tra India e Pakistan proprio grazie alla Cina, riporta Asia Times. Il ministro degli Esteri Wang Yi ha osservato che entrambi i paesi si sono impegnati a migliorare i loro legami allo Sco, riporta Asia Times: «Sappiamo che ci sono questioni e conflitti esistenti e storici, irrisolti, tra il Pakistan e l’India. Ma penso che dopo la loro adesione alla Sco, forse possiamo dire che il loro rapporto potrebbe essere migliore in quanto il gruppo offre una piattaforma e un’opportunità migliore per costruire relazioni tra di loro», ha detto Wang.

Stando a quanto riporta Economic Times, Wang Yi ha poi aggiunto: «Perché quando si è entrati a far parte dello Sco, è stato necessario firmare una serie di accordi e impegnarsi. Uno dei pilastri chiave è quello di mantenere relazioni buone e amichevoli e quindi non dovrebbero vedersi come avversari, a ancora molto meno come nemici. Poiché hanno firmato questi accordi, si assumono la responsabilità della loro attuazione».

Il tabloid cinese Global Times ha detto che la partecipazione dell’India è stato anche un segno del desiderio del paese di costruire legami più stretti con Pechino: «L’inclusione dell’India nello Sco favorisce l’aumento della fiducia strategica tra Cina e India. Da quando l’India è diventata osservatore dell’organizzazione in occasione del suo quinto vertice nel 2005, sta cercando di diventarne membro».

Xinhua ha aggiunto che: «l’adesione dell’India allo Sco può anche contribuire a promuovere la connettività tra l’Asia centrale e l’Asia meridionale. La Russia e l’Asia centrale sono importanti produttori di petrolio e gas naturale. L’India, paese che importa circa il 70% del petrolio e del gas, ha urgente bisogno di un percorso per raggiungere l’Asia centrale».

Maddalena Ingroia