CINA. In via di sviluppo un nuovo missile nucleare sottomarino

182

La Cina sta sviluppando un nuovo missile balistico intercontinentale nucleare lanciato da sottomarino (ICBM), il Julang-3 (JL-3), a darne notizia i giornali cinesi. Lo sviluppo del missile JL-3 è iniziato diversi anni fa e parte del progetto subacqueo avanzato nucleare 096.

All’inizio di questo mese, i siti web cinesi hanno pubblicato le immagini che mostrano il progetto sottomarino 032, il più grande sottomarino a motore convenzionalmente alimentato a livello mondiale, sottoposto a test. Il sottomarino viene sviluppato nel cantiere navale di Dalian, dove ha ricevuto nuovi silos in grado di ospitare un missile più grande.

La Cina mostra per la prima volta il nuovo missile balistico intercontinentale DF-31AG. Attualmente, la Marina Militare dell’Esercito di Liberazione del Popolo Cinese (PLA) dispone di quattro progetti di 094 / 094G sottomarini missilistici nucleari in grado di trasportare il missile JL-2. Questa è la prima componente marittima completamente funzionale della triade nucleare cinese.

Vasily Kashin, esperto militare e ricercatore senior presso l’Istituto per gli studi estremisti orientali dell’Accademia russa delle scienze, ha riferito a Sputnik sul possibile ruolo del missile JL-3 per gli interessi strategici della Cina. «Nonostante il JL-2 abbia una portata operativa relativamente decente (7.400-8.000 km, secondo diverse fonti), la sua capacità di dissuadere gli Stati Uniti è limitata. I sottomarini nucleari della Cina operano nel Mar Cinese Meridionale. Ed è improbabile che lascino le acque territoriali della Cina a causa delle attività delle forze navali americane e giapponesi», ha detto Kashin a Sputnik China.

L’esperto militare ha poi dichiarato a Sputnik: «Potrebbero essere utilizzati contro gli alleati statunitensi e le basi americane in Asia, ma il loro ruolo di deterrenza è basso. Per aumentare le sue strategie nucleari, la Cina ha bisogno di un missile con una gamma di 11.000-13.000 chilometri».

Ma se il missile è così poco potente, perché svilupparlo? All’epoca, la JL-2 è stata sottoposta a una lunga e impegnativa serie di test, con una serie di guasti e ritardi. Uno dei guasti ha quasi portato alla distruzione del sottomarino sperimentale. Il problema è stato risolto solo nel 2012. E quindi ecco perché è stato sviluppato solo ora.

 Antonio Albanese