CINA. Il surplus commerciale è dato da aziende USA nel Celeste Impero

52

Il presidente Xi Jinping e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump «tracceranno la rotta e delineeranno i piani» per i rapporti bilaterali al loro primo incontro questa settimana.

China Daily riporta le dichiarazioni del vice-ministro degli Esteri cinese Zheng Zeguang , secondo cui i due leader, che hanno già parlato due volte al telefono, si incontreranno per la prima volta a Mar-a-Lago in Florida il 5 e il 6 aprile. Xi e la sua moglie, Peng Liyuan, parteciperanno anche ad un banchetto di benvenuto organizzato da Donald Trump e da sua moglie, Melania.

Durante il loro incontro, i due leader dovrebbero avere un approfondito scambio di opinioni sulle relazioni Cina-Usa e le principali questioni internazionali e regionali di comune interesse, ha detto Zheng. L’incontro è considerato di grande importanza per lo sviluppo stabile delle relazioni così come per la pace, la stabilità e la prosperità nella regione Asia-Pacifico e nel resto del mondo.

Il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer ha detto, in precedenza, che Trump non «vede l’ora di incontrare il presidente Xi e scambiare opinioni sulle rispettive priorità, e di tracciare una via da seguire per la relazione bilaterale», riportava Xinhua. Spicer ha anche detto che la riunione sarà l’occasione di Trump «per sviluppare un rapporto personale con il presidente Xi».

Le relazioni commerciali bilaterali saranno al centro dei colloqui alla luce delle misure che Trump intende adottare stante il grande deficit commerciale con la Cina. In merito alla questione del commercio, Zheng ha detto il commercio bilaterale «ha portato tangibili, enormi vantaggi» per entrambe le parti. Lo squilibrio commerciale dovrebbe essere visto in maniera completa e obiettiva, da quando la Cina ha un surplus nel commercio delle materie prime, ma un deficit nel commercio di servizi con gli Stati Uniti, ha aggiunto il vice Ministro. La Cina «non cerca un surplus commerciale con gli Stati Uniti», ha sintetizzato. Circa il 40 per cento del surplus commerciale della Cina con gli Stati Uniti deriva da imprese statunitensi che operano in Cina, gli ha fatto eco il portavoce del ministero degli Esteri Lu Kang. Una corretta soluzione del problema richiede consultazioni bilaterali, e la Cina sta esaminando il potenziale tra i due paesi, ha poi aggiunto.

Prima del suo viaggio negli Usa, Xi è impegnato in una visita di Stato in Finlandia dal 2 al 4 aprile, sua prima visita in Europa del Nord come presidente.

Wang Chao, vice ministro degli esteri, ha precisato che Xi avrà colloqui con il presidente finlandese Sauli Niinisto e parteciperà a una cerimonia per la firma dei documenti di cooperazione, una conferenza stampa congiunta e un banchetto di benvenuto.

Luigi Medici