CINA. Il fallimento di Hanoi uccide le speranze del commercio sino-nordcoreano

60

Il settore ittico transfrontaliero sino-nordcoreano rischia essere di nuovo schiacciato dal fallimento del vertice Trump-Kim di Hanoi

A Dandong, città di confine tra Cina e Corea del Nord, gli operatori del settore si trovano ad affrontare una situazione pesante, visto il naufragio delle speranze legate al summit.  

Come riporta Global Times «I commercianti transfrontalieri e il settore immobiliare di Dandong erano letteralmente in fibrillazione durante il vertice, in attesa di segnali positivi che avrebbero potuto indicare la revoca delle sanzioni contro Pyongyang».

Il porto di Donggang, nella provincia di Liaoning, Cina nordorientale, serve da snodo nazionale per il commercio di frutti di mare fra la Cina e la Corea del Nord, con molti commercianti cinesi che vi arrivano per approvvigionarsi alla fonte del prodotto. Tuttavia, dall’agosto 2017, quando la Cina ha annunciato il divieto di importazione di frutti di mare dalla Corea del Nord, come richiesto dalla risoluzione ONU 2371, i commercianti locali di frutti di mare hanno subito notevoli perdite economiche.

Quasi tutte le navi per la lavorazione erano state ormeggiate nel porto dopo il divieto dello scorso anno, e adesso dovranno fare rotta verso la provincia di Shandong, Cina orientale, per pescare prodotti che non hanno lo stesso valore nel mercato cinese.

Altro segnale delle grandi aspettative è stata l’esplosione del mercato immobiliare: i prezzi del mercato immobiliare di Dandong sono aumentati nelle ultime settimane, nonostante lo stallo nei colloqui, segno che la speranza di una risoluzione positiva in futuro è ancora viva. Il prezzo medio al mq nell’area di Dandong New City, centro commerciale sino-nordcoreano, ha raggiunto circa 8.000 yuan, un aumento di circa 300 yuan per metro quadrato in sole due settimane.

SI è registrata una media di cinque appartamenti venduti al giorno, e molti degli edifici residenziali di nuova costruzione hanno già fatto il tutto esaurito, riporta il tabloid cinese.

Antonio Albanese