Truffe telefoniche milionarie a Hong Kong

8

CINA Hong Kong 11/03/2016. Truffe telefoniche milionarie a Hong Kong.

Dai truffatori che si spacciavano per funzionari del governo centrale sono stati rubati più di 78 milioni di dollari di Hong Kong. I punti di origine delle chiamate sarebbero situati in almeno quattro paesi asiatici. Secondo il Soth China Morning Post, agli operatori truffaldini va dal cinque al 10 per cento dell’importo che truffano, riporta la polizia, secondo la quale inoltre, questi operatori sarebbero nelle Filippine, in Indonesia, Thailandia e Cambogia mentre le menti sarebbero a Taiwan. Alle vittime viene in genere detto di problemi su una spedizione effettuata in violazione delle leggi. Le chiamate erano poi trasferite a qualcuno che dichiarava di essere membro della polizia che elevava contravvenzione e invitata il malcapitato pagare su un conto corrente l’ammontare della multa. Dal 1 gennaio al 8 marzo 2016, la polizia di Hong Kong ha registrato 84 segnalazioni di truffe telefoniche. Nel 2015 ci sono stati 1.423 casi di simili truffe di cui 561 andati a buon segno per un importo truffato di quasi 300 milioni di dollari di Hong Kong; nel 2014 il dato era bassissimo: solo 23 casi. Le polizie di Hong Kong e Taiwan hanno spezzato due gruppi con sede in Indonesia e Cambogia e hanno arrestato 431 persone. Secondo la polizia, ci sono state 11 segnalazioni di truffe telefoniche nei primi due mesi del 2015 e ben 76 nello stesso periodo di quest’anno: 49 dei casi hanno avuto successo con un perdita totale di 17 milioni. Oltre ad una campagna pubblicitaria anti-truffa, la polizia sta ora lavorando con la City University di Hong Kong per sviluppare una app per cellulare che potrebbe identificare le chiamate da truffatori che dovrebbe essere pronta entri due mesi. L’ispettore capo ha detto che l’applicazione è stata prevista per essere introdotto in due mesi per il processo.