Il mistero dei librai di Hong Kong

7

CINA – Hong Kong 24/01/2016. Ancora proteste a Hong Kong per la vicenda dei librai d’opposizione scomparsi misteriosamente, senza che Pechino dia una risposta convincente.

Rilancia la questione il South Morning China Post lumeggiando possibili volontà di condizionare le prossime elezioni nel territorio: «Non c’è da stupirsi se alcuni hanno espresso profonda preoccupazione sull’effetto valanga (…) sul Consiglio legislativo (…) Il destino
dei cinque librai, se non sarà pienamente rivelato al pubblico, sarà sicuramente la domanda must a Hong Kong per i giornalisti stranieri (…) Per molti, la logica è semplice: se tutta la storia non è stata detta, ci deve essere qualcosa da nascondere (…) Mentre le autorità continentali continuano a cercare di dire agli Hongkongers che dovrebbero comprendere che “un paese, due sistemi” significa anche che Hong Kong, non dovrebbe interferire negli affari del continente, come con la pubblicazione di alcuni libri che sono lecite qui, ma che avrebbero un impatto negativo sulla terraferma (…) Non è solo una lezione di gestione delle crisi, ma anche una riflettere su ciò che significa l’attuazione completa e precisa di “un paese, due sistemi”».