CINA. Hainan, la nuova Dubai asiatica

102

Pechino ha creato nell’isola di Hainan la più grande zona di libero di scambio della Cina, andando a completare, secondo i suoi piani, quanto già fanno Hong Kong e Macao. 

La provincia meridionale di Hainan, infatti, completerà e non farà concorrenza a Hong Kong, la zona di libero scambio avrà una condizione diversa da quella di Hong Kong: si concentrerà su industrie diverse da quelle di Hong Kong. La zona di libero scambio di Hainan si concentrerà sul turismo e sulle industrie ad alta tecnologia. Hainan offrirà acquisti duty-free e regole più lasse per i visti. 

Inoltre, secondo il piano di Pechino, Hainan rafforzerà i legami con la Greater Bay Area, per creare un polo economico integrato intorno al delta del fiume Pearl, l’hub collegherà Hong Kong, Macao e le città della vicina provincia del Guangdong, riporta South China Morning Post.

Hainan avrebbe anche prestato molta attenzione alla sicurezza nazionale e alle influenze dei paesi stranieri mentre si stava trasformando, l’isola ha una lunga storia di lotta per contenere il contrabbando e la prostituzione, nonostante sia soggetta alle stesse leggi che le vietano sulla terraferma.

All’inizio degli anni Ottanta del Novecento, Hainan era noto per il suo dilagante contrabbando, in particolare di automobili, un’attività che ha sconvolto il mercato dell’auto sulla terraferma. Circa un decennio dopo, l’economia dell’isola subì un altro grave colpo quando scoppiò un’enorme bolla immobiliare, mandando in bancarotta migliaia di società immobiliari e lasciando centinaia di progetti incompiuti.

L’8 giugno, Edward Yau Tang-wah, segretario di Hong Kong per il commercio e lo sviluppo economico, ha detto che la nuova zona di libero scambio sarebbe stata reciprocamente vantaggiosa per Hainan e Hong Kong: «Date le dimensioni e la posizione di Hainan, penso che abbia enormi prospettive, in particolare con i suoi collegamenti con le nazioni asiatiche».

La designazione di Hainan a muoversi verso un ambiente commerciale più libero intende quindi rafforzare certamente la politica commerciale cinese: Hainan è oggi uno dei principali hub globali per il commercio finanziario e la navigazione.

Graziella Giangiulio