CINA. Grandi manovre aeronavali nel Mar Cinese Meridionale

131

Decine di navi militari cinesi sono impegnate in una esercitazione, questa settimana, con una portaerei in una grande dimostrazione di forza al largo dell’isola di Hainan, nel Mar Cinese Meridionale. Secondo quanto riporta Reuters, le immagini satellitari, elaborate da Planet Labs Inc, confermano che un gruppo navale cinese è entrato nell’importante via navigabile commerciale, impegnato in quelle che la marina cinese, in precedenza, ha descritto come “esercitazioni di combattimento” di routine. Inoltre, il gruppo navale del Liaoning la settimana scorsa ha attraversato lo Stretto di Taiwan, secondo il ministero della Difesa taiwanese.

Le foto, risalenti al 26 marzo scorso, mostrano quelle che sembrano essere almeno 40 navi e sottomarini a fianco del Liaoning in una dimostrazione insolitamente grande della crescente potenza navale dell’esercito cinese.

Le immagini hanno confermato per la prima volta la presenza della portaerei in esercitazioni aeronavali, anche se il Liaoning era precedentemente entrato nel Mar Cinese Meridionale per delle esercitazioni a sud di Hainan, le sue esercitazioni annuali sono attentamente monitorate dalle potenze regionali e internazionali che guardano con preoccupazione la crescente potenza militare di Pechino.

Non è chiaro dove la flottiglia fosse diretta o quanto dureranno le operazioni, ma resta sempre valido il dato insolito delle sue dimensioni e della sua portata. Secondo quanto riporta Reuters, «sembra che vogliano dimostrare l’interoperabilità tra le flotte, qualcosa su cui la marina cinese sta lavorando tranquillamente da tempo».

Le forze navali e di guardia costiera cinesi si sono rapidamente espanse negli ultimi anni e ora pattugliano vaste zone del Mar Cinese Meridionale, ma poco si sa della loro prontezza e del loro coordinamento in termini di combattimenti.

Oltre a cacciatorpedinieri, fregate e sottomarini che normalmente fanno parte del gruppo navale Liaoning, la flottiglia sembra includere una grande nave cisterna per il rifornimento così delle corvette più piccole e catamarani veloci d’attacco.

Antonio Albanese