La Cina chiede al Giappone di pentirsi

45

CINA – Pechino. 08/01/14. L’agenzia di stampa cinese Xinhua ha battuto la notizia che riporta in primo piano le difficili relazioni Cina – Giappone.

A quanto si apprende il leader della Cina ha esortato il premier giapponese Shinzo Abe ad ascoltare le critiche della comunità internazionale dopo la sua visita al santuario di guerra. Le parole di Abe a quanto pare avrebbero infastidito molto i vicini asiatici. Il portavoce del Ministero degli Esteri, Hua Chunying ha riferito che India e Repubblica di Corea hanno chiesto al Giappone di accettare le loro critiche. In modo particolare il Ministro indiano degli affari esteri, Salman Khurshid, ha detto durante l’incontro con Natsuo Yamaguchi, leader del New Komeito Party, con la coalizione di governo del Giappone, che il Giappone dovrebbe imparare dalla storia e andare avanti. «Le azioni del primo ministro Shinzo Abe hanno seriamente ferito i sentimenti di persone nei paesi vittime della seconda guerra mondiale, e ha suscitato più critiche e condanne da parte dei paesi amanti della pace e della giustizia, della difesa», ha detto Hua durante un briefing. E poi ha invitato Abe ad ammettere i propri errori e a cambiare rotta. Il mese scorso, Abe ha visitato il tempio Yasukuni, che onora i caduti in guerra del Giappone, tra cui 14 persone accusate di crimini di guerra durante la seconda guerra mondiale. Abe in risposta alle critiche ha detto che inviterà 100 giornalisti occidentali nel paese per approfondire le sue dispute territoriali con la Cina e la Repubblica di Corea, Hua ha riferito che per quanto Abe porti avanti un propaganda  sulla sua campagna di propaganda, non potrà mai cambiare il fatto che le isole Diaoyu appartengano alla Cina. Invece di perdere tempo, il Giappone dovrebbe prendersi tempo per pentirsi sinceramente della sua storia di aggressione e di fronte a fatti, intraprendere azioni concrete per risolvere correttamente i problemi e fare sforzi concreti per riparare i legami con le nazioni confinanti, Hua ha esortato.