CINA. Gerald Ford contro Shandong

255

Vediamo un po’ più da vicino la nuova portaerei cinese, inaugurata pochi giorni fa. Il vascello, battezzato temporaneamente Type 001A,  probabilmente si chiamerà Shandong, riporta il South Morning China Post, è il secondo della Cina dopo il Liaoning, un ex vascello sovietico, il Varyag, in linea nella marina cinese dal 2012.

Il 001A, lungo 315 metri e largo 75 metri, ha una velocità di crociera di 31 nodi e uno dislocamento di 70 mila tonnellate.

È quindi leggermente più grande del Liaoning, che Pechino ha acquistato da un cantiere ucraino nel 1998.

La Cina ha iniziato lo sviluppo del 001A nel novembre 2013 e la sua costruzione in bacino nel marzo 2015.

Anche se il suo aspetto è pressoché identico a quello del Liaoning, presenta nuove attrezzature e un concetto operativo più avanzato, tra cui un hangar più grande per portare più J-15 e più spazio sul ponte per elicotteri e altri aerei.

Il lancio del nuovo vettore rappresenterebbe, riporta il giornale cinese, solo un modesto progresso nella modernizzazione militare cinese, dato l’enorme divario tecnologico tra la Marina di Pechino e il suo più potente rivale in Asia-Pacifico, la Marina statunitense.

Tecnologia, aspetto e armamento del 001A sono obsoleti se paragonati a quelli degli Usa che hanno oramai mezzi come la Gerald Ford, classe omonima che verrà messo in linea quest’anno.

La portaerei nucleare americana di 100 mila tonnellate ha dimensioni quasi doppie del 001A; è alimentata da due reattori nucleari avanzati e dotata di sistema di lancio di aeromobili elettromagnetici, anche se il suo dispositivo di recupero mezzi è stato poi trasformato in sistemi più tradizionali per sicurezza.

Lo 001A è alimentato da turbine a vapore, non nucleari, mantiene la rampa di salita per il decollo come il Liaoning e quando l’altro vettore di prossima generazione della Cina, il Type 002, sarà lanciato intorno al 2021, non avrà sistemi bilancio paragonabili a quelli Usa. La classe Type 002 avrà probabilmente sistemi tradizionali standard perché «è impossibile sviluppare un vettore di nuova generazione in pochi anni (…) In una certa misura, dobbiamo riconoscere che il divario tecnologico nelle tecnologie chiave di trasporto aereo tra la Cina e gli Stati Uniti sta allargando, e non c’è alcun segno di suo restringimento».

La prima portaerei di classe Ford è stata lanciata a novembre 2013 e dovrebbe essere messia linea quest’anno.

Maddalena Ingroia